Annibale Parise: spostare i non Covid19 nelle strutture private

L’attuale situazione di emergenza sanitaria dovuta alla diffusione del virus Covid 19 sta sottoponendo il nostro sistema sanitario a dura prova. Nonostante l’azienda sanitaria provinciale di Crotone, in questo momento difficile, non ha fatto mancare il suo contributo per il contenimento e la diffusione del virus ci rendiamo conto che adesso è il momento della cooperazione e della collaborazione.

Appare del tutto evidente che le strutture spoke, come quella di Crotone, mancando di risorse umane e postazioni di terapie intensive e sub intensive in numero sufficiente non sono in grado, da sole, di fronteggiare l’eventuale avanzata della pandemia.

Le proposte di allestire fortini o di trasformare strutture edificate negli anni 70 senza nessuna strumentazione per la respirazione assistita appaiono, in questo momento, prive di una efficacia immediata che la situazione attuale invece richiede.

Spostare i degenti non Covid19 nelle strutture private può rappresentare una valida soluzione per il contrasto alla pandemia poiché sgraverebbe le strutture ospedaliere di lavoro liberando energie da dedicare al terapie intensive e sub intensive evitando in questo modo il collasso della sanità pubblica.

Per questo motivo non possiamo non sostenere ed apprezzare l’iniziativa della struttura sanitaria Marrelli Healt per la disponibilità mostrata nel mettere a disposizione la propria struttura per fronteggiare tale emergenza ai sensi dell’art. 3 del D.L. 17 marzo 2020 n. 18.

Riteniamo che chi, in questo momento, deve assumere scelte per la collettività deve raccogliere l’offerta di collaborazione consapevoli che solo unendo le forze potremmo sconfiggere questo nemico insidioso e letale.

Annibale Parise
sindaco di Mesoraca