Antica Kroton, Spirlì: “A giorni la firma delle convenzioni del progetto”

CROTONE – Conferma che il progetto per la rimodulazione di Antica Kroton è stato approvato dalla Giunta regionale il presidente facente funzioni della Regione, Nino Spirlì, in occasione della visita di Salvini a Crotone, giovedì 23 settembre. “La firma delle convenzioni dipende, ormai, solo dalla sistemazione degli ultimi documenti tra Comune,  ministero della Cultura e Regione. Si tratta di una questione di giorni, perché avevo detto che non avrei fatto passare questa Giunta Santelli senza che Crotone avesse, finalmente, in mano il progetto Antica Kroton”.

“La rimodulazione era necessaria per l’interesse della città, sono 62 milioni di euro e qualcuno aveva investito 100mila euro in ginger e patatine per presentare un progetto che poi ha lasciato morire e noi quei 100mila euro non glieli abbiamo rimborsati, perché non è stata trovata nessuna pezza d’appoggio, quindi se li pagheranno loro, anziché essere stornati dai 62 milioni del progetto. Poi, a chi li ha spesi penseranno gli organi preposti al controllo. Così come era assurdo stanziare 4 milioni di euro per la comunicazione del progetto, come era stato progettato precedentemente. Questa cifra era davvero una follia, a meno che non vogliamo informare di Antica Kroton i marziani uno per uno. Chi aveva modulato in quel modo o era fuori di melone o non se ne intende di comunicazione”.

Spirlì, inoltre, ha comunicato che arriveranno a breve i risarcimenti per l’alluvione del novembre 2020: “Sono state inviate dal Comune, finalmente, tutte le pratiche che sono in lavorazione. Abbiamo preso un impegno e le abbiamo lavorate al più presto, non è passato un anno e le pratiche sono concluse ed in via di risarcimento”.