Arriva l’ok della Commissione provinciale di vigilanza: lo Scida ritorna interamente agibile

Adesso c’è anche l’ok della Commissione Provinciale di Vigilanza per i locali di pubblico spettacolo. L’Ezio Scida torna ad essere agibile nella sua interezza, dopo che la sospensiva del Tar sul decreto emesso dal soprintendente Pagano, il quale intimava l’immediato smantellamento delle strutture amovibili.

L’ok è arrivato al termine della riunione svolta presso l’Ufficio Territoriale di Governo di Crotone della Commissione Provinciale di Vigilanza per i locali di pubblico spettacolo, presieduta dal Vice Prefetto Vicario Dott. Sergio Mazzia. La Commissione – convocata su richiesta del Comune di Crotone a valle dell’adozione dell’Ordinanza Presidenziale del TAR Calabria di Catanzaro del 19.09.2018 – ha ascoltato il resoconto della vicenda amministrativa e giudiziale fatto dall’Assessore Rori De Luca.  Giuseppe Germinara, da parte sua, ha fatto chiarezza sui connotati tecnici della vicenda, come aveva già fatto in precedenza, quando il 23 agosto scorso la stessa Commissione aveva revocato l’agibilità dello Stadio Ezio Scida.

Allora  Germinara aveva escluso che ci fossero profili critici dal punto di vista tecnico, relegando il rilievo negativo al solo aspetto amministrativo.

Con le conseguenze note. Dopo questi interventi, la Commissione ha riconosciuto che il presupposto su cui si era basata la decisone del 23.08 di revocare l’agibilità dello Stadio Ezio Scida è venuto meno; travolto dalla decisione del presidente del TAR di Catanzaro, Dott. Salamone. Un atto che i presenti hanno ritenuto forte. Prendendo atto unanimemente del suo contenuto e traducendolo nella conseguenza attuale di revocare la revoca del 23 agosto 2018. La nuova decisione è quella di riconoscere l’agibilità dell’Ezio Scida e la conseguente utilizzabilità della struttura sportiva in tutta la sua consistenza, tribune e curva comprese, per 16.108 spettatori.  Adesso non resta che attendere la decisione del Giudice Amministrativo del 26 settembre e, se questa confermerà quanto ha statuito il presidente della Prima Sezione, accelerare la richiesta alla soprintendenza perché completi il procedimento amministrativo avviato a febbraio e conceda al Comune di Crotone una nuova autorizzazione all’utilizzo delle nuove strutture per il tempo necessario a progettare e costruire il nuovo Stadio di Crotone” ha dichiarato l’assessore Salvatore De Luca