Calcio amputati, a Crotone l’Italia messa ko dalla Polonia

CROTONE – E’ finta 4-1 per la Polonia l’amichevole internazionale tra nazionali di calcio amputati svolta nel centro sportivo dell’Academy Crotone nel pomeriggio del 10 maggio. Fisicamente e tatticamente più forte la nazionale polacca ha avuto pochi problemi a battere la nazionale azzurra che ha cercato di colpire con le armi della velocità la possente squadra biancorossa. Nella squadra azzurra ha giocato anche un calciatore di Papanice, frazione di Crotone,  Marcello Cerisano (guarda l’intervista), 31 enne che da un anno è in nazionale. Il match è stato seguito da un discreto pubblico che ha potuto ammirare la preparazione fisica e tecnica dei calciatori che giocano utilizzando le stampelle. La nazionale italiana, allenata da Renzo Vergnani, è ancora giovane (è nata sei anni fa) ma riesce a confrontarsi con realtà dove il calcio amputati è ormai una tradizione: in Italia ci sono appena cinque squadra, mentre in Polonia il movimento è molto più numeroso. Anche per questo la Fispes (Federazione italiana sport paralimpici e sperimentali) lo sta promuovendo con iniziative come quella organizzata a Crotone da Claudio regalino e Piero Pili nell’ambito del premio giornalistico ‘Franco Razionale’. Alla gara ha assistito anche il presidente nazionale della Fispes, Sandrino Porru.