Camera commercio, l’accorpamento è fatto. Pugliese commissario per Crotone

CROTONE – Il ministero dello Sviluppo economico ha nominato commissario straordinario della Camera di commercio di Crotone Alfio Pugliese, che attualmente era il presidente dello stesso ente. Il commissariamento è previsto dalla procedura di accorpamento delle Camere di commercio disciplinata dal decreto 14 agosto 2020 numero 104; accorpamento che è stato deciso dalla cosiddetta legge Madia del 2016 finalizzata, appunto, alla riduzione degli enti camerali: per quanto riguarda la Calabria la normativa prevede la costituzione di un’unica Camera di Commercio riunendo gli enti di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia.

Senonché, con il decreto legge di agosto dello scorso anno, malgrado ricorsi e contestazioni provenienti da più parti d’Italia Crotone compresa, si mirava ad accelerare l’iter di accorpamento. Recita infatti l’articolo 61 al comma 1 che “al fine di semplificare ed accelerare il processo di riorganizzazione delle Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura tutti i procedimenti di accorpamento pendenti alla data di entrata in vigore del presente decreto, si concludono con l’insediamento degli organi della nuova camera di commercio entro e non oltre il termine di sessanta giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto. Scaduto tale termine, gli
organi delle camere di commercio che non hanno completato il processo di accorpamento, ad esclusione del collegio dei revisori dei conti, decadono dal trentesimo giorno successivo al termine di cui al presente comma e il Ministro dello sviluppo economico, sentita la Regione interessata, nomina, con proprio decreto, un commissario straordinario per le camere coinvolte in ciascun processo di accorpamento”.

Con la carica di commissario straordinario, quindi, Alfio Pugliese assume i poteri del presidente, del consiglio e della giunta per assicurare la continuità e rappresentatività delle attività in capo ai rispettivi organi, salvo i compiti attribuiti dal ministero dello Sviluppo al commissario ad acta, appositamente nominato per gli atti necessari all’espletamento delle procedure di costituzione del consiglio della nuova Camera di commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia. La sede legale del nuovo ente unico sarà a Catanzaro, Crotone e Vibo manterranno sedi secondarie.

“Non posso che apprendere della nomina con soddisfazione ma anche con grande senso di responsabilità – ha dichiarato Alfio Pugliese – La nomina è un evidente riconoscimento di un buon operato della passata presidenza al servizio della Camera di commercio e dell’intero territorio. Un lavoro svolto con dedizione congiuntamente al Consiglio e alla Giunta e con la collaborazione di tutto il personale. Pertanto, ringrazio il presidente della Regione Calabria Nino Spirlì per aver condiviso con il Mise il mio nominativo”.

“Nell’ambito delle competenze attribuitemi – conclude il commissario Pugliese – continuerò a lavorare con grande determinazione per il bene del territorio, soprattutto in un momento come questo, così delicato per il tessuto imprenditoriale e sociale della nostra provincia, e con un’attenzione particolare rivolta al personale in questa particolare fase di riorganizzazione del sistema camerale”.