Cantorato i cittadini protestano: siamo sommersi da rifiuti e invasi da topi

CROTONE – I cumuli di rifiuti impediscono anche il regolare deflusso del traffico in alcuni tratti della strada provinciale 22. Siamo in località Cantorato, poco distanti dal monumento che ricorda lo sbarco dei Fratelli Bandiera alla foce del Neto. Un monumento che rischia di essere a breve invaso anch’esso dai cumuli di spazzatura che caratterizzano il panorama della contrada a nord di Crotone.

I rifiuti sono accumulati vicino alla chiesa, nei pressi di locali pubblici, lungo tutta la strada provinciale. Gli abitanti del posto devono fare anche attenzione ai topi. Il problema – spiegano i residenti – non sono tanto i rifiuti che smaltiamo noi della zona, ma chi viene qui a buttare ingombranti o spazzatura di ogni genere dai paesi vicini dove si fa la differenziata. La strada provinciale 22, inoltre, è un’arteria di collegamento con il mare per cui in tanti, tornando dalla spiaggia per andare verso l’entroterra, lasciano sacchi di spazzatura lungo la via. A tutto questo si aggiungono anche gli incendi appiccati ai rifiuti che creano pericolose nubi di diossina: “Siamo sommersi dalla spazzatura – racconta al gente – e dall’invasione dei topi e spesso questi cumuli vengono incendiati da vandali e si formano nuvole tossiche con il rischio che venga pure inquinato il raccolto che c’è nei terreni. Di tutto questo al Comune di Crotone non interessa nulla: i responsabili  si voltano dall’altra parte sostenendo che hanno cose più importanti da fare”