Capo Colonna, primo stralcio di demolizione delle case Grande Aracri

CROTONE – Approvato il progetto esecutivo del primo stralcio di lavori di demolizione dei manufatti abusivi di Capo Colonna. Le abitazioni, cinque immobili ad un piano fuori terra, sono state realizzate a cavallo tra gli anni Ottanta e Novanta su un’area del promontorio ad inedificabilità assoluta. Il Comune procederà agli abbattimenti di tasca propria mettendo a disposizione 108mila euro, “atteso che l’attivazione del fondo apposito istituito presso la Cassa depositi e prestiti – si legge nel provvedimento – comporterebbe ulteriore dilazione dei tempi, esponendo al rischio dell’insorgere dei nuovi contenziosi”. La storia di quelle casette di tetti rossi di proprietà di membri della famiglia Grande Aracri è infatti costellata di ricorsi al Tar, due dei quali, riferiti ad altrettanti immobili, ancora in corso. Ma se per questi ultimi il Comune ha sospeso “temporaneamente i relativi procedimenti nelle more dei pronunziamenti giudiziari relativi”, per le restanti tre abitazioni ha dato il via, dopo il fermo imposto dall’emergenza sanitaria, agli “adempimenti conseguenziali” per la demolizione, riservandosi di chiedere a lavori eseguiti il conto a ciascun abusivo.