Capo Colonna, ruspe del Comune demoliscono case dei Grande Aracri – Video

CROTONE – Il Comune ha avviato in mattinata la demolizione di alcuni fabbricati abusivi realizzati a Capo Colonna. L’obiettivo delle ruspe di Socea, l’unica impresa che ha risposto al bando pubblico per l’affidamento dei lavori con determinazione a contrarre, sono le villette della famiglia Grande Aracri: cinque manufatti ad un piano fuori terra realizzati a  cavallo tra gli anni ottanta e novanta su un’area di inedificabilità assoluta. Nello specifico tre, in attesa della definizione dei ricorsi pendenti davanti al Tar presentati dagli intestatari degli altri due manufatti. Il Comune sta procedendo agli abbattimenti di tasca propria con 108mila euro “atteso che l’attivazione del fondo apposito istituito presso la Cassa depositi e prestiti” avrebbe comportato “ulteriore dilazione dei tempi, esponendo al rischio dell’insorgere dei nuovi contenziosi”. A lavori eseguiti, chiederà il conto agli abusivi. “Si conclude così, con l’azione fortemente voluta dal commissario straordinario Tiziana Costantino, una vicenda che risale al 1988” ricorda una nota del Comune.