Carenza idrica a Crotone, grave perdita alla condotta del Corap

CROTONE – Quasi 100 litri di acqua al minuto. E’ questa la perdita che si sta registrando nella falla alla condotta del Corap (il consorzio regionale per le attività produttive ente in liquidazione) che trasporta l’acqua dalla vasca di Calusia (tra Cotronei e Caccuri) al potabilizzatore della Sorical di Crotone. La rottura ha causato un enorme calo di fornitura d’acqua tanto da mettere in crisi gli impianti di sollevamento di Sorical – società regionale che gestisce l’acqua in Calabria anch’essa in liquidazione – che portano l’acqua ai serbatoi di Crotone. Tutto questo ha creato disagi ai cittadini di Crotone. Il Corap in una comunicazione a Sorical ha specificato che l’interruzione di fornitura idrica è iniziata dal 16 maggio per permettere la riparazione della condotta.

Congesi, la società che si occupa del servizio idrico a Crotone, ha informato che a causa della problematica rilevata ieri, Sorical sta alternando la portata residua disponibile tra i due serbatoi cittadini.
Nella mattinata di domenica il serbatoio alto si è svuotato, per cui le zone di Farina, via Magna Grecia e centro storico sono rimaste senza fornitura.

I tempi di riparazione della condotta – che sono eseguiti dal Corap – potrebbero essere lunghi. Intanto è stato complicato individuare il punto della perdita (nella zona di Iannello), ora bisogna capire se la perdita è causata da una semplice falla nel tubo oppure se bisogna cambiare l’intera parte della condotta danneggiata. In questo secondo caso i tempi sarebbero più lunghi. Nel pomeriggio di domenica  stato chiesto l’intervento dei vigili del fuoco affinché con una idrovora riescano ad eliminare l’acqua in eccesso per permettere agli operai di riparare il tubo che, pare sia danneggiato nella parte bassa.