Carenza idrica Crotone, lavori in corso alla condotta Corap, ma servirà tutta la notte

CROTONE – Servirà tutta la notte per riparare la condotta del Corap che serve il potabilizzatore di Crotone. Come si vede nel video, il danno è davvero importante. I lavori, in contrada Iannello nel territorio comunale di Rocca di Neto, proseguiranno tutta la notte grazie alle fotocellule dei vigili del fuoco che hanno anche permesso di poter individuare la rottura aspirando con la loro potente idrovora le centinaia id litri di acqua persi dalla grossa falla nella condotta idrica che dalla vasca di Calusia alimenta gli impianti di potabilizzazioni della Sorical a Crotone. Un’altra pompa a scoppio è stata fornita dalla Sorical per accelerare la bonifica. Dal momento in cui i lavori saranno ultimati, ci vorranno tra 6 e 8 ore affinché l’acqua arrivi all’impianto di potabilizzazione Neto nella quantità richieste, circa 550 litri al secondo. Per tornare alla normalità servirà la tarda giornata di lunedì.

Per tamponare la situazione Sorical ha ottenuto l’utilizzo di acqua grezza dal lago di Sant’Anna. La fornitura però non riesce a soddisfare le richieste dell’utenza. Per questo Congesi, il consorzio che gestisce il servizio idrico in città, comunica che vista la portata residua (circa la metà di quella normale) in arrivo dal lago Sant’Anna sta alternando l’acqua tra i serbatoi cittadini.
Questa mattina hanno avuto il servizio idrico Papanice e le zone servite dal serbatoio basso (via Cutro, via Nicoletta, via C.Colombo, viale Regina Margherita, corso Messina, ecc.).

Dalle ore 13,00 invece sono state aperte le zone servite dal serbatoio alto: (Farina/Tufolo, viale Gramsci, viale Magna Grecia, centro storico, ecc.). Alle 21,00 sarà riaperto il serbatoio basso e richiuso l’alto. Allo stesso modo domani 18 maggio alle 7 si farà di nuovo l’inversione.

Il tutto, precisa Congesi, dipende dalla durata dell’intervento di riparazione che attualmente si sta effettuando alla condotta del Corap che trasporta l’acqua dalla vasca di Calusia al potabilizzazione della Sorical