Carfizzi, terre di scavo abbancate abusivamente: denunciato imprenditore

CARFIZZI – I carabinieri forestali hanno sequestrato un’area dove erano stati abbancati abusivamente materiali di scavo provenienti da uno sbancamento, anch’esso illegale, realizzato di recente. La vicenda è collegata ad una precedente denuncia dei militari della Stazione CC forestale Cirò nei confronti di un cittadino che aveva fatto sbancare e gradonare una pendice, senza alcuna autorizzazione, in un’area del centro urbano di Carfizzi. Gli accertamenti avviati hanno consentito di individuare anche l’area dove sono stati abbandonati i materiali risultanti dall’escavazione illegale. L’area, peraltro, figura essere di proprietà dell’Amministrazione comunale che ha anche attestato l’inesistenza di atti legittimanti il deposito eseguito.
I materiali di scavo, circa 650 mc, sono stati abbandonati in prossimità di una pendice, su un’area di circa 360 m. L’esecutore dei lavori, un imprenditore di quaranta anni del comprensorio, è stato denunciato alla Procura della Repubblica per una serie di reati commessi contro il patrimonio comunale e l’ambiente. L’area e i materiali accumulati sono stati posti sotto sequestro probatorio, già convalidato dall’Autorità giudiziaria.