Ciclofficina sarà premiata dal Papa per un progetto di economia sociale

CROTONE – Mentre dal Comune di Crotone si vede rifiutata la proposta di manutenere gratuitamente le biciclette abbandonate del progetto Park & Ride e riceve anzi l’intimazione perentoria “restituite le chiavi”, l’associazione Ciclofficina TR22o viene premiata a livello nazionale per le sue attività imprenditoriali sociali.

Il progetto di economia sociale presentato da Ciclofficina TR22o è stato, infatti, premiato come il più innovativo della Calabria nell’ambito del concorso ‘Call for the Economy of Francesco’  per idee e progetti innovativi, concepiti in Calabria e orientati all’economia sociale, nel solco del magistero di Papa Francesco che ha sostenuto l’iniziativa invitando, con una sua lettera,  i giovani economisti ed imprenditori di tutto il mondo a partecipare.

Proprio il Papa sarà presente alla premiazione che avverrà ad Assisi a fine marzo.

‘Call for the Economy of Francesco’ tratta di un programma che mira a selezionare “Idee” e “Progetti” innovativi, concepiti in Calabria, capaci di favorire la promozione di un nuovo paradigma dell’economia, evangelicamente ispirato e socialmente impegnato, con l’obiettivo di affermare una rinnovata centralità della persona umana e dei valori di equità e giustizia, nel solco del magistero di Papa Francesco e dell’esempio luminoso di San Francesco d’Assisi.

“Il nostro progetto di economia sociale, frutto di anni di sperimentazione sul territorio o – si legge in un post di Ciclofficina Tr22o -, è stato premiato come il più innovativo della Calabria. CiclofficinaTR22o sarà per questo presente, per raccontare la propria esperienza, al congresso internazionale sull‘economia sociale. Un risultato eccezionale per un gruppo di persone che non si è fermato mai davanti a nessun ostacolo Un gruppo di persone qualificate che ha scelto di spendere la propria professionalità e le proprie competenze per la crescita sociale, culturale ed economica della nostra città; persone che hanno acquisito una riconosciuta credibilità presso interlocutori nazionali ed internazionali. Un risultato che rende davvero orgogliosi e di cui dovrebbe essere orgogliosa tutta la comunità cittadina. Non possiamo non confrontarci con questa nuova generazione portatrice di idee innovative, di valori sani, di energie positive. Una generazione che chiede meritatamente spazio. Solo una visione miope del futuro può ignorare questa realtà. Un plauso a questa squadra, ai soci fondatori, al presidente, al nuovo segretario, agli attivisti e a tutti quelli che sostengono questo progetto. Inutile dirvi che il bello deve ancora arrivare e come ho sempre detto…guardiamo avanti, con coraggio”.