Cimitero: ora i loculi ci sono, mancano però mattoni e cemento per chiuderli

CROTONE – Non c’è pace per i defunti di Crotone. Ieri mancavano i loculi, oggi il materiale per la tumulazione. Nel frattempo oltre trenta salme attendono il loro turno parcheggiate nella camera mortuaria del cimitero cittadino.

Apprendiamo che i lavori di estumulazione ordinati il 10 gennaio scorso dal commissario prefettizio per fare fronte all’emergenza causata dalla mancanza di loculi e di posti in terra sono quasi terminati. La maggior parte dei cinquanta loculi recuperati nel padiglione 21, a sinistra subito dopo l’ingresso principale del cimitero, sono pronti per accogliere i ‘nuovi inquilini’. Mancano però mattoni e cemento per la chiusura. Sembra che la richiesta per l’impegno di spesa sia stata più volte rinnovata nel giro degli ultimi dieci giorni, ma senza esito. I familiari dei defunti, stanchi di aspettare (alcuni da oltre un mese) e di vedere le bare dei loro cari adagiate sugli scaffali della camera mortuaria, si sarebbero anche fatti avanti per acquistare i materiali, ma si sono giustamente sentiti rispondere che non è possibile, non da ultimo perché mattoni, cemento e manodopera per la chiusura del loculo rientrano nel costo complessivo del servizio cimiteriale.

Generalmente la spesa periodica si aggira intorno ai mille euro, sufficienti a coprire circa ottanta tumulazioni, e va autorizzata dal dirigente di settore. Intanto sono trentadue le salme in attesa di tumulazione e se dovessero aumentare (un’altra è attesa per domani martedì 28 gennaio) non ci sarà più posto neanche nella camera mortuaria.