Cirò Marina, pascolo abusivo: agricoltore denunciato dai carabinieri forestali

CIRO’ MARINA – Faceva pascolare abusivamente i propri bovini in un terreno privato a Cirò Marina. Per questo un uomo di 50 anni di Cirò Marina è stato deferito dai carabinieri forestali alla Procura della Repubblica per introduzione di animali in fondo altrui e pascolo abusivo. Secondo le indagini, l’uomo approfittando della contiguità della propria azienda zootecnica con terreni pascolivi, aveva introdotto una mandria di bovini in una proprietà privata, lasciandola libera di pascolare. La proprietaria danneggiata, constatando il perdurare del pascolamento, ha querelato l’allevatore alla Stazione CC Forestale Cirò che è intervenuta accertando i fatti lamentati.

L’allevatore avrebbe finanche aperto varchi nella recinzione di confine per facilitare l’ingresso degli animali. L’area, peraltro, è interessata dalla presenza di un rimboschimento di eucaliptus, ceduato, vale a dire tagliato, recentemente. Sono state integrate, quindi, violazioni ulteriori di carattere amministrativo. Nelle aree boschive sottoposte a taglio – con l’obiettivo di non danneggiare i giovani germogli –  infatti, non è consentito il pascolo per un periodo di tempo stabilito dalle cosiddette Prescrizioni massima e polizia forestale.