Commissione antimafia, Morra nuovo presidente. Sei i calabresi

Il senatore del Movimento cinquestelle Nicola Morra è il nuovo presidente della commissione parlamentare antimafia. Morra ha ottenuto 30 voti sui 50 disponibili tra i componenti della commissione che questa mattina si è riunita a palazzo San Macuto. Il senatore grillino, che succede a Rosy Bindi, l’ha spuntata sul collega di partito Michele Giarrusso. Ma anche sul senatore di Leu Piero Grasso. L’ex presidente del Senato, nonchè ex magistrato, ha ottenuto, infatti, solo 13 voti.

Nicola Morra, 57 anni, genovese di nascita ma calabrese d’adozione, per la precisione cosentino, in passato di insegnante di storia e filosofia al liceo, è considerato un esponente dell’ala di sinistra del movimento, quella per intenderci che fa capo al presidente della Camera Roberto Fico.

Il senatore pentastellato non è comunque l’unico calabrese in seno alla commissione nella quale, anzi, è presente una folta pattuglia regionale. Ci sono infatti Jole Santelli, di Forza Italia, eletta vice presidente; Wanda Ferro, di Fratelli d’Italia, nominata segretaria dell’organismo parlamentare. Ci sono, ancora la senatrice crotonese del M5S Margherita Corrado, Dalila Nesci, anche lei del M5S, e Giuseppe Mangialavori di Forza Italia.



In questo articolo: