Compagnie aeree, Ryanair: in calo l’utile netto nel primo trimestre: -22 per cento

ryanair, dublino, low cost, traffico aereo

DUBLINO – La compagnia aerea low cost Ryanair ha registrato un utile netto in calo del 22% nel primo trimestre, a causa dell’aumento dei costi di carburante e dei salari concessi ai suoi piloti. L’utile netto e’ stato pari a 309,2 milioni di euro tra aprile e giugno 2018 (0,2637 euro per azione) secondo quanto riferito dalla compagnia.

Il gruppo aveva previsto un aumento del costo del cherosene a causa di un rimbalzo dei prezzi del petrolio. Questa voce e’ costata 118 milioni di euro nel trimestre, una tassa che dovrebbe raggiungere 430 milioni di euro nel corso dell’anno. Contemporaneamente la societa’ ha sborsato piu’ soldi per il suo personale, con aumenti salariali per i suoi piloti per alleviare le tensioni sociali scoppiate durante l’estate del 2017. Ryanair registra inoltre un aumento del 7% del numero di passeggeri: 37,6 milioni nel trimestre, nonostante i 2.500 annullamenti di voli relativi agli scioperi dei controllori del traffico aereo in diversi paesi, inclusa la Francia.

Di fronte a un crescente malessere sociale, la societa’ ha deciso alla fine del 2017 di riconoscere per la prima volta nella sua storia i sindacati dei piloti e del personale di bordo. La compagnia aerea ha firmato diversi accordi di riconoscimento negli ultimi mesi, ma i negoziati rimangono difficili in alcuni paesi. Ryanair si aspetta ulteriori scioperi quest’estate.