Comune, si è dimesso l’assessore all’Urbanistica Rori De Luca

piscina olimpionica, conrozio daippo, salvatore rory de luca, comuna crotone

CROTONE – L’assessore comunale Rori De Luca si è dimesso dall’incarico. Lo ha confermato lo stesso interessato contattato telefonicamente dalla redazione de il Crotonese annunciando che spiegherà diffusamente le ragioni della sua scelta in una conferenza stampa convocata per le ore 16 di oggi.

De Luca era stato nominato assessore comunale dal sindaco Ugo Pugliese il 21 luglio del 2017 e attualmente aveva la delega all’Urbanistica, alla Pianificazione territoriale, ai Programmi complessi, alle Società partecipate, alla Viabilità e traffico, al Verde pubblico e, infine, alla Pianificazione e regolazione dell’impiantistica sportiva. Nei diciotto mesi in cui è rimasto a piazza Resistenza, tuttavia, il rapporto con il suo sindaco e, soprattutto, con il leader della coalizione di governo della città Enzo Sculco si è via via deteriorato fino allo strappo avvenuto nel corso di una riunione di giunta politica che si è tenuta mercoledì nella sede della Prossima Crotone a via Firenze.

Non un fulmine a ciel sereno, dunque.ma l’esito scontato di un lungo periodo di dissensi sul merito ma anche sul metodo con cui affrontare le questioni politiche. “Ero sceso in campo per dare il mio apporto e non per prendere qualcosa – giura l’ormai ex assessore De Luca – ma non c’erano i presupposti per affrontare un percorso che portasse risultati concreti”. E in proposito cita le vicende dei rapporti con l’Eni, dell’aeroporto Sant’Anna, dell’Agenda Urbana, della Corte dei conti, dello stadio Ezio Scida; sulle quali – dice De Luca – “siamo agli antipodi”.

Per l’ex assessore “la politica deve essere intrisa di competenze  e di valori; se la fai solo per farti votare alle prossime elezioni, non serve a niente”.