Coronavirus, aiuti alle famiglie: per la provincia crotonese 1,6 milioni di euro

E’ di poco più di 1,6 milioni di euro la somma da dividere per i 27 comuni della Provincia di Crotone in base all’ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile, Angelo Borrelli, con l’ordinanza 658 del 29 marzo (vedi tabella). Ordinanza che, nell’ambito degli interventi per fronteggiare l’emergenza coronavirus, ha destinato ai comuni italiani 400 milioni di euro vincolati a sostenere le famiglie che sono in difficoltà per poter acquistare generi alimentari. Le somme sono ripartite per l’80% (320 milioni) in base alla popolazione residente e per il 20% (circa 80 milioni) in base alla distanza tra il valore del reddito pro capite di ciascun comune ed il valore medio nazionale. Il contributo minimo spettante a ogni comune non può essere inferiore a 600 euro. L’ordinanza autorizza i comuni anche ad aprire conti correnti per eventuali donazioni di privati.

Questi soldi vanno utilizzati per acquisire buoni spesa per l’acquisto di generi alimentari presso esercizi commerciali che dovranno essere elencati da ogni comune sul proprio sito istituzionale; i comuni possono anche acquistare generi alimentari e prodotti di prima necessità da distribuire attraverso enti del Terzo settore. Ad individuare i nuclei familiari in difficoltà economica a causa dell’emergenza coronavirus dovranno essere i servizi sociali dei Comuni. La priorità sarà data a quei nuclei familiari che non hanno già un sostegno pubblico.