Coronavirus, Asp: un caso in 24 ore. Deceduto paziente trasferito da Catanzaro

Sono 101 i casi complessivi di infezione da coronavirus nella provincia di Crotone. Uno in più rispetto a ieri, lunedì 30 marzo. Un dato confortante rispetto a quelli dei giorni precedenti, ma che non può fare abbassare la guardia nel momento in cui c’è invece bisogno di stringere i denti. Basta il numero dei decessi a riportarci con i piedi per terra e proseguire la battaglia contro il virus seguendo alla lettera le disposizioni governative.

Questa la situazione dell’emergenza Covid 19 sul territorio fotografata dal bollettino serale dell’Azienda sanitaria: delle 101 persone contagiate, 2 sono guarite, 5 decedute, 22 sono ricoverate all’ospedale civile ‘San Giovanni di Dio’ di Crotone, una al Pugliese-Ciaccio di Catanzaro, 2 al Policlinico universitario Mater Domini di Catanzaro, 69 sono in isolamento e sorveglianza attiva domiciliare.

Nelle ultime ventiquattro ore, informa l’Asp, è stato registrato il decesso di un paziente trasferito presso il presidio ospedaliero crotonese dall’Asp di Catanzaro, che ha portato a 5 i morti al ‘San Giovanni di Dio’. Le attività di sorveglianza sanitaria, inoltre, vengono regolarmente effettuate sul territorio su 1.068 soggetti classificati come “contatti stretti” di soggetti risultati positivi all’infezione virale.

La Direzione sanitaria raccomanda “alla cittadinanza la massima adesione alle misure preventive disposte dalle autorità governative e nazionali, e la massima tempestività nella comunicazione al proprio medico di base circa l’insorgenza contemporanea di sintomi sospetti classificabili come Covid 19 (febbre sopra 37,5 gradi centigradi, tosse, difficoltà respiratorie, congiuntivite)”.