Coronavirus, attenti agli sciacalli che bussano alle case con la scusa dei controlli

CROTONE – La Questura di Crotone mette in guardia da possibili episodi di sciacallaggio che potrebbero verificarsi, soprattutto in danno di persone anziane, con il pretesto di controlli per il coronavirus. Episodi – spiega una nota della Questura – che si starebbero già verificando in quelle regioni maggiormente colpite dal virus dove alcuni malfattori si presentano nelle abitazioni come addetti della Croce rossa, dell’Azienda sanitaria locale e altri enti pubblici proponendo alle vittime di effettuare il tampone faringeo per accertare la presenza di eventuali virus e con la scusa dei controlli sanitari le derubano.

Il questore di Crotone, Massimo Gambino, non potendo escludere che simili truffe possano avvenire anche a Crotone e nei centri della provincia più isolati, e precisando che al momento nessuno è stato autorizzato ad effettuare i controlli sanitari porta a porta, invita a non aprire la porta di casa a sconosciuti e a contattare immediatamente le forze dell’ordine chiamando i numeri di emergenza 112 e 113 in presenza di situazioni sospette.