Coronavirus, nulli i test nella Rsa di Torano Calabro: 105 tamponi da rifare

COSENZA – Saranno nuovamente ripetuti i tamponi al personale e ai pazienti della residenza sanitaria per anziani di Torano Castello, in provincia di Cosenza, a causa di un’anomalia riscontrata nell’esecuzione delle procedure. Lo ha reso noto Mario Marino, dirigente medico e responsabile della task force per il coronavirus dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza.

Secondo quanto si è potuto apprendere – scrive l’Ansa – i 105 tamponi effettuati nei giorni scorsi all’interno della struttura di ricovero per anziani, non sarebbero stati eseguiti nella maniera più corretta. La procedura, infatti, prevede che l’operatore designato ad effettuare il test cambi i guanti in lattice ad ogni prelievo. Il dipendente della Rsa incaricato di effettuare i tamponi, invece, non li avrebbe mai cambiati. Operazione che ha reso nulli i tamponi i quali adesso dovranno essere rifatti. Questa volta però dagli specialisti dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza.

Gli esiti dei tamponi avevano evidenziato, tra ieri e oggi, circa settanta casi di positività nella struttura socio-assistenziale del centro della provincia di Cosenza, risultato che aveva spinto la presidente della Regione Calabria Jole Santelli a dichiarare il comune di Torano Castello ‘zona rossa.