Cosenza-Crotone, Modesto si attende una reazione feroce: “Chiedo rabbia, furore e orgoglio”

Dimenticare il tonfo contro il Lecce e rilanciarsi per dare un primo impulso ad una stagione che il Crotone fa fatica ad inquadrare. Tre punti in cinque partite è un bilancio misero, amaro rispetto alle attese del torneo, e all’interno stesso della società nessuna si aspettava una partenza così complicata, al netto di una restaurazione che comunque metteva in conto una fase di assestamento. Ma è tempo di risposte, rilanci, reazioni. E cosa meglio di un derby per rialzare la testa e risollevare le proprie ambizioni. Domani al San Vito-Marulla il Crotone è chiamato ad un prova ruggente per levarsi di dosso le scorie post-Lecce e avviare un percorso più convincente e regolare. Francesco Modesto è stato il primo a rimanere deluso dalla prova di martedì sera, e ancora di più su attende e pretende una risposta feroce da parte della sua squadra”.

“La partita contro il Lecce va archiviata – ammonisce Modesto – Siamo una squadra rifondata e dobbiamo avere più rabbia, più cattiveria rispetto agli altri e allora poi dopo i mezzi tecnici che abbiamo possono aiutarci. La serie B ti comporta ad avere quella rabbia giusta, che se non ce l’hai fai fatica. Io pretendo questo, giocare con voglia di sorprendere, non mollare mai. E’ quello l’atteggiamento che dobbiamo avere”. Non cerca alibi, ma una sottolineatura spiega in parte le difficoltà incontrare in questa fase di sviluppo del progetto: “Sette giocatori impiegati contro il Lecce non hanno fatto ritiro. Non vuole essere una scusante è un dato di fatto, inoltre abbiamo assolto tre partite in una settimana. La crescita deve essere totale, ma non abbiamo tempo, e in questo devono essere bravi i calciatori a mettere in campo quella rabbia, furore, determinazione e orgoglio che possono spingerci al raggiungimento del risultato”

La sfida contro il Cosenza diventa uno spartiacque importante per la stagione del Crotone, atteso al primo acuto e già costretto a rincorrere in classifica: Attenzione massimale, voglia di fare risultato. Una partita difficile, il Cosenza è una partita difficile contro una squadra che chiude bene gli spazi, ti aspetta, dobbiamo giocare più sporchi rispetto a loro.

Modesto può contare su tutta la rosa a disposizione, ad eccezione di Juwara, fuori dalla lista dei convocati da ormai tre settimane e Borello. Tutti abili e arruolati gli altri, con la possibilità di scegliere in una vasta gamma di soluzioni, cin ballottaggi e dubbi che il coach scioglierà soltanto dopo la riunione tecnica di domani mattina.