Crotone, festa dei carabinieri. Colella: “la sicurezza è un bene comune”

CROTONE – “La sicurezza – bene pubblico che appartiene a tutti – è la risultante dell’impegno di soggetti sia pubblici sia privati, istituzioni ed associazioni spontanee presenti sul territorio”. Lo ha detto il colonnello Alessandro Colella, comandante provinciale dei carabinieri, di fronte alle autorità e soprattutto ai bambini di una scolaresca di Papanice, presenti alla cerimonia per il 204° anniversario dell’Arma. Un discorso con il quale Colella ha voluto ringraziare tutti i suoi uomini, ma anche le altre forze di polizia nella consapevolezza che “il lavoro quotidiano svolto insieme rappresenta una concreta testimonianza di positiva sinergia istituzionale”.

La festa è stata l’occasione di tracciare un bilancio dell’attività dell’Arma sul territorio. Il Comando provinciale Carabinieri di Crotone registra un aumento dell’attività operativa nell’ultimo anno. Sono state ben 466 le persone arrestate dal 1 giugno 017 al 31 maggio 2018; 137 in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Complessivamente l’Arma ha denunciato 3.336 persone manifestando un sensibile miglioramento nella prontezza della risposta di contrasto ai reati. Nel corso della cerimonia sono stati consegnati gli encomi ai miliutari che si sono distinti nelle attività svolte dall’Arma.
Elenco dei militari premiati