Crotone, controlli della polizia: trovati lavoratori in nero in hotel e lidi

documenti falsi, pakistano, squadra mobile, crotone

CROTONE – Lavoratori in nero, attività senza autorizzazioni, diverse irregolarità amministrative. Sono alcuni dati dei controlli effettuati dalla Polizia amministrativa della Questura di Crotone insieme all’Ufficio Volanti – Squadra Nautica, al Reparto Prevenzione Crimine di Cosenza ed a personale dell’Asp- Sian di Crotone, in ottemperanza al progetto “Hera Lacinia – contrasto alla criminalità diffusa”.

In un lido sono state sequestrati kg. 27,400 circa di prodotti di genere alimentare (carne, pesce, verdura e pane), in quanto sprovvisti di etichettatura e di documentazione attestante la rintracciabilità. Personale sanitario del Sian procedeva inoltre alla chiusura del locale adibito a ristorazione e cucina per mancanza dei requisiti minimi di carattere igienico – sanitario, oltre ad impartire prescrizioni di adeguamento e richiesta documentale. Il titolare del locale è stato anche multato perché non era esposto il cartello indicante il turno di esercizio dell’attività.

In un’altro locale di somministrazione di alimenti e bevande è stato trovato un dipendente che lavorava in nero, e per il quale si procedeva a relativa segnalazione al competente Ispettorato del Lavoro di Crotone. Malta anche per la mancata esposizione del cartello indicante il turno di esercizio dell’attività. Un altro lavoratore non regolarmente assunti è stato trovato un hotel. Anche in questo caso è scattata la segnalazione all’Ispettorato del Lavoro di Crotone.

In un altro locale il Sian ha inibito l’utilizzo del magazzino per riscontrate carenze igieniche – sanitarie, oltre ad impartire prescrizioni di adeguamento di carattere igienico – sanitario.

Inoltre, presso due lidi balneari, personale della  Squadra Nautica ha elevato 6 sanzioni per violazioni al Codice della Navigazione dell’importo in misura ridotta di € 1.032,00.