Crotone, Corte di Conti chiede chiarimenti su Tosap e Imposta pubblicità

CROTONE – La Corte dei Conti ha avviato una indagine sulla riscossione a Crotone della tassa per l’occupazione del suolo pubblico e dell’imposta sulla pubblicità. In particolare sotto la lente d’ingrandimento dei magistrati contabili della Calabria c’è l’Akrea che è l’agente del Comune dedito alla riscossione di Tosap e imposta pubblicità. La Corte dei conto sta eseguendo un esame di regolarità sul conto giudiziale n. 35726 presentato da Akrea per la riscossione dei due tributi nell’esercizio finanziario 2017.

In seguito a questo esame la Corte dei Conti ha chiesto una serie di documenti per avere chiarimenti “non potendo, come si legge nella lettera inviata il 9 agosto al Comune e ad Akrea, “allo stato degli proporne l’approvazione o meno”.

La Corte dei conti chiede di avere entro 20 giorni copia di tutte le ricevute di riscossione emesse nei confronti dei contribuenti e/o il registro di cassa da cui risultano annotati i dati anagrafici dei contriobuenti, data ed importo corrisposto. Viene chiesta anche copia di tutte le ricevute di versamento in tesoreria da parte di Akrea e una attestazione del segretario comunale sull’esistenza o meno di rilievi, denunce o contestazioni a carico di Akrea.