Crotone, festa della Repubblica insieme ai cittadini

Coinvolgere i cittadini. È quello che ha voluto il prefetto di Crotone, Cosima Di Stani, per le celebrazioni del 72esimo anniversario della nascita della Repubblica italiana. Per la prima volta alla cerimonia istituzionale che si tiene ogni anno in piazza Umberto I la mattina del 2 giugno è stata affiancata una seconda parte dedicata ai cittadini, che in serata si sono ritrovati in piazza Marinai d’Italia, dove si è tenuto un concerto a cura dell’associazione musicale “Vivaldi” di Cirò Marina, dell’orchestra giovanile “Magna Grecia” e degli istituti compresi “Da Fiore”, di Isola Capo Rizzuto, e “Don Milani”, di Crotone.
“Legalità, solidarietà e rispetto reciproco sono valori per i quali molti uomini e donne hanno lottato in questi 72 anni e anche prima. È necessario sempre e comunque riaffermare il valore della legalità. In questa provincia l’opera della magistratura e delle forze di polizia sta dando segnali forti, ma questo percorso ha bisogno di essere accompagnato da un grande sforzo comune, per il quale è necessaria la collaborazione di tutte le forze, non solo delle istituzioni, che devono sempre restare credibili. Anche tutti noi cittadini dobbiamo fare la nostra parte, ciascuno di noi ha il dovere di fare la sua parte. Da tutti noi dipende il destino di questa bellissima provincia” ha detto Di Stani, ricordando le tre vittime dell’incidente sul lavoro di viale Magna Grecia ed il giovane Giuseppe Parretta.
“Oggi – ha detto il sindaco Pugliese – la città è qui e tutti siamo chiamati a vivere la nostra quotidiana azione di vita nello spirito di comunità. Tutti noi siamo chiamati, insieme, alla costruzione del bene comune. Lo dobbiamo ai nostri giovani. E’ a loro che ispiriamo la nostra azione amministrativa”.
Le onorificenze al merito della Repubblica sono state consegnate all’avvocato Giuseppe Barbuto e al sostituto commissario Giuseppe Veltri.