Crotone, mercato del primo giovedì del mese: migliorata la gestione anti-covid

CROTONE – Mascherine distribuite gratuitamente all’ingresso, agenti di polizia locale e volontari a regolare gli accessi, spazi più ampi dove mettere la bancarelle. Quello di giovedì 2 luglio è stato sicuramente un mercato meglio organizzato rispetto a quanto accaduto nello scorso mese di giugno e non ci sono stati gli assembramenti visti il 4 giugno.  Su quella esperienza, infatti, sono stati evitati alcuni errori e si è distribuita meglio la presenza dei clienti all’interno della zona di via Regina Margherita occupata dalla maggior parte delle bancarelle.

All’ingresso la Prociv Arci ha distribuito gratuitamente delle mascherine, mentre i volontari dell’Associazione nazionale libera caccia, insieme alla Polizia locale, hanno gestito ingressi ed uscite dalla fiera. Probabilmente si potrebbe pensare a fare entrare le persone da un lato e farle uscire dalla parte opposta in modo da non far percorrere due volte la stessa strada. Gli assembramenti ci sono tuttavia stati soprattutto negli stand che vendevano merce a prezzi molto scontati. Ma è una questione di difficile gestione e dovrebbe dipendere più dalla consapevolezza personale del rischio contagio da parte dei clienti che dall’autorità.

I commercianti, che hanno saputo all’ultimo minuto dell’organizzazione del mercato, sono stati disposti in stalli con le distanze di sicurezza previste dalle misure anti covid. Per le prossime volte, magari, si potrebbero assegnare le postazioni ai venditori che, invece, anche oggi allestiscono gli stand a secondo di chi arriva prima. Uno dei suggerimenti raccolti è quello di utilizzare via Claudino Crea (quella parallela a via Regina Margherita lato mare) e di evitare di prendere la decisione di allestire il mercato all’ultimo momento.