Crotone, muore dopo investimento: indagato l’automobilista

CROTONE – E’ indagato per omicidio stradale l’automobilista che lo scorso 21 agosto ha investito un uomo di 83 anni, Antonio Leonardo, causandone la morte. Antonio Leonardo pensionato residente a Cologno Monzese, era tornato a Crotone, come faceva ogni anno per trascorrere il periodo estivo. Stava attraversando la strada in via Miscello Da Ripe, quando, per cause al vaglio delle autorità inquirenti, è stato falciato da un’auto condotta da un giovane.

Le condizioni dell’ottantatreenne sono apparse subito disperate, tanto che è stato allertato anche l’elisoccorso che lo ha trasportato all’ospedale Pugliese Ciaccio di Catanzaro, dove i medici hanno fatto il possibile per salvarlo, ma i politraumi riportati dal pedone erano troppo gravi: è spirato poche ore dopo, sabato 22 agosto. Il sostituto procuratore di Crotone, Ines Bellesi, ha aperto un procedimento penale iscrivendo nel registro degli indagati l’automobilista per il reato di omicidio stradale e ha disposto l’autopsia sulla salma della vittima, che si svolgerà mercoledì 26 agosto.

Antonio Leonardo, prima di andare in pensione, aveva lavorato per tanti anni come operaio alla Magneti Marelli, che ha sede a Corbetta (Milano), ma era conosciutissimo anche nel crotonese e a Crotone, dove aveva vissuto per circa quarant’anni e, prima di trasferirsi in Brianza, era stato il proprietario di un noto negozio d’abbigliamento, la Casa del Risparmio.

Lascia la figlia Alessandra e due nipoti i quali, per essere assistiti, fare piena luce sui fatti e sulle responsabilità e ottenere giustizia, attraverso il consulente personale dott. Giuseppe Cilidonio, si sono affidati a Studio3A-Valore S.p.A.