Crotone, operazione Acquamala: 57 indagati, 13 arresti

alcoltest, carabinieri cirò marina, cocaina, torretta di crucoli

CROTONE – Spacciavano davanti alle scuole nel quartiere anche con l’aiuto di minori. Per questo 13 persone sono state arrestate all’alba del 23 ottobre dai carabinieri del comando provinciale di Crotone che hanno eseguito, in Calabria e in altre regioni d’Italia, una misura cautelare in carcere disposta dal Gip distrettuale di Catanzaro su richiesta della Direzione distrettuale antimafia.

L’operazione, denominata “Acquamala” (Leggi i nomi) ha interessato il quartiere di Acquabona e coinvolto 57 persone indagate perché ritenute a vario titolo responsabili di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti con attività di spaccio anche nei pressi della scuole. Nel corso delle indagini sono state anche

Dieci dei 57 indagati sono finiti in carcere, altri tre sono stati sottoposti agli arresti domiciliari e cinque sottoposte all’obbligo di dimora. Nei confronti dei restanti indagati sono stati eseguiti 39 decreti di perquisizione.

Sono stati 255 i carabinieri impiegati (di cui 120 del solo comando provinciale di Crotone); all’operazione hanno preso parte due squadriglie del Reparto elitrasportato Cacciatori, un elicottero del nucleo carabinieri di Vibo Valentia, due unità cinofile antidroga e due unità cinofile antiesplosivo.