Crotone, rifiuti abbandonati davanti l’isola ecologica, servono controlli e organizzazione

CROTONE – E’ il solito spettacolo indecente che deriva principalmente dall’inciviltà di alcuni cittadini e dalla assoluta mancanza di controlli. Lo scenario è quello dell’isola ecologica di via Saffo all’esterno della quale si continuano a depositare ingombranti senza alcun problema e nell’assoluta impunità. Basta vedere le foto: una intera fornitura di sdraio – probabilmente di qualche stabilimento balneare – è abbandonata sul marciapiede. Ci sarà voluto del tempo scaricarli: possibile che nessuno se ne sia accorto? E poi accanto ci sono motori di lavatrice, divani, un sacco con bambole e peluche. Perfino succhi di frutta scaduti.

Il persona di Akrea di servizio all’isola ecologica spiega che la gente preferisce abbandonare all’esterno ingombranti, elettrodomestici, vetro e plastica perchè teme di dover pagare: il servizio è gratuito. Si entra nell’isola ecologica in auto e si scaricano i rifiuti negli appositi cassoni. L’unico problema attuale sono gli ingombranti dei quali l’isola ecologica è piena. Bisogna attendere che si svuoti il cassone.

E qui entrano in campo gli altri fattori: l’organizzazione ed i controlli. L’abbiamo scritto più volte ad Akrea: ci vuole tanto ad organizzare un servizio a chiamata per raccogliere gli ingombranti direttamente a casa (non tutti i cittadini hanno furgoni per portare i divani)? Per i controlli serve potenziare il servizio di videosorveglianza. Quello attuale è interno all’isola ecologica e non riprende completamente l’area esterna. Una volta fatto questo devono però scattare le multe per chi deturpa la città. Spesso sono anche cittadini che arrivano da altri comuni del circondario dicono i dipendenti di Akrea.