Crotone, trasporto abusivo di esplosivi: arrestate tre persone di Rossano

documenti falsi, pakistano, squadra mobile, crotone

CROTONE – Trasporto abusivo di materiale esplodente. Questa è l’accusa della quale devono rispondere tre persone di Rossano-Corigliano arrestate nel pomeriggio del 26 luglio dalla Polizia di Crotone. I tre, che lavorano per un’azienda di fuochi pirotecnici, sono stati fermati da una pattuglia della Squadra Volanti per un controllo sulla statale 106 mentre andavano a Sant’Anna, frazione di Isola Capo Rizzuto, con un carico di 160 kg di materiale esplodente per fuochi pirotecnici (tra cui anche 14 bombe calibro 75) per la festa patronale che si tiene nella località. Spettacolo pirotecnico che, peraltro, non era stato autorizzato dalla commissione prefettizia che governa il Comune di Isola Capo Rizzuto. Gli arrestati sono C.G. di 53 anni, G.G. di 38 anni, e D.F di 53 anni.

La vicenda è stata approfondita dal personale della divisione Pasi della Questura di Crotone con l’intervento del nucleo regionale artificieri della Polizia di Stato di Catanzaro che hanno accertato delle violazioni ipotizzando il reato di trasporto abusivo di materiale esplosivo per il quale i tre sono stati arrestati e posti ai domiciliari. Per loro anche una denuncia per ricettazione del materiale esplodente. In collaborazione con il commissariato di Polizia di Corigliano Rossano sono state eseguite perquisizioni anche nei locali dell’azienda. In un deposito, peraltro sottoposto a sequestro con facoltà di utilizzo, è stato trovato altro materiale esplodente sul quale gli artificieri stanno svolgendo delle verifiche.