Crotone, troppo traffico: sarà smantellata la rotatoria di via Nazioni Unite

CROTONE –  La rotatoria in via Nazioni unite sarà cacciata. Lo fa capire il comune di Crotone attraverso un comunicato in cui si parla solo di rimodulazione della viabilità nel quartiere Farina, che conferma le voci della volontà di riconoscere che la rotatoria stava creando troppo disagi al traffico nella zona del quartiere Farina. 

“Il sindaco Ugo Pugliese – sentiti gli assessori Pedace e De Luca e il dirigente ingegner Germinara – si legge nella nota -, ringraziando i cittadini del quartiere Farina con i quali il dialogo è stato costante e produttivo, ha deciso di modificare la viabilità nel quartiere Farina”. 

Il comunicato non parla mai esplicitamente di demolizione della rotatoria ma spiega: “la viabilità sarà rimodulata al fine di consentire un più fluido scorrimento del notevole flusso di autovetture, creando precedenza a coloro che provengono da via Nazioni Unite”. In pratica l’attuale rotatoria sarà dimezzata in modo da poter permettere alle auto in transito verso il centro città di poter scorrere più velocemente. La decisione, a quanto pare, è stata presa anche in virtù di una precisa richiesta protocollata dell’assessore Leo Pedace che ha fatto sue le lamentale dei cittadini constatando che la rotatoria, senza seri interventi urbanistici nella zona, creava un tappo al deflusso del traffico. 

La rotatoria, come si vede nel video, per le sue caratteristiche rallentava esageratamente il traffico anche perché l’intero quartiere – che conta una popolazione di quasi 28 mila persone – è collegato alla città solo da questa strada. La rotatoria, progettata alcuni anni fa ed approvata dalla  precedente giunta, sarebbe stata efficace se ci fosse stata una strada alternativa per smaltire il traffico.  Strada che è prevista nella zona a monte del quartiere ma la cui realizzazione è ostacolata dalla presenza di abitazioni (che hanno pagato gli oneri di concessione edilizia negli anni passati) e dalla mancata volontà di alcuni lottizzatori a realizzare le opere di urbanizzazione.  

La decisione presa dal sindaco Pugliese comprende anche “la valutazione e la constatazione di non poter sincronizzare i lavori necessari con gli interventi sulla viabilità alternativa, come invece era programmato. In questa condizione si è deciso di privilegiare le istanze dei cittadini emerse nelle settimane di lavori e di procrastinare gli interventi al momento in cui essi non produrranno alcun”effetto collaterale” per i crotonesi”.