Cutro, consiglio comunale sciolto per infiltrazioni mafiose

Il Consiglio dei Ministri ha deciso di accogliere la proposta del Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, e di sciogliere il consiglio comunale di Cutro per infiltrazioni mafiose. La decisione è avvenuta nel corso della seduta del Consiglio dei ministri di venerdì 7 agosto. Non ci saranno quindi le elezioni comunali a Cutro che erano state già convocate per il 20 e 21 settembre dal Commissario straordinario Domenico Mannino nominato dal prefetto di Crotone Tiziana Tombesi alla guida del comune in seguito allo scioglimento per le dimissioni del sindaco Salvatore divuono dello scorso 2 luglio.
Il comune di Cutro sarà ora guidato da una commissione straordinaria che verrà nominata dal prefetto di Crotone.
Quello di Cutro è il sesto consiglio comunale della provincia di Crotone sciolto per infiltrazioni mafiose negli ultimi 4 anni. Precedentemente, infatti, provvedimenti simili del Consiglio dei Ministri avevano interessato i comuni di Isola Capo Rizzuto, Cirò Marina, Strongoli, Crucoli e Casabona.