Cutro, il Pd sconfessa Oliverio. Voce: no all’ampliamento della discarica

discarica columbra, rifiuti, pd cutro

“Bene ha fatto il sindaco di Crotone ad opporsi con forza a tale ampliamento e auspico una netta presa di posizione anche dal sindaco Divuono. E’ responsabilità di tutti gli amministratori locali e di chi riveste ruoli istituzionali bloccare l’ennesimo tentativo di far diventare i nostri territori la discarica della Calabria”. E’ quanto si legge in una nota a firma del segretario del Partito democratico di Cutro, Domenico Voce. Una presa di posizione che va contro i desiderata del suo compagno di partito nonché governatore della Calabria, Mario Oliverio, che punta, invece, sull’ampliamento della discarica di Columbra per uscire fuori dal pantano dell’emergenza rifiuti che incombe sulle prossime elezioni regionali.

“Da cutrese non sono disposto a barattare la mia salute e quella di tutti i miei concittadini, quando si parla della salute delle persone non ci sono colori politici o appartenenze partitiche che reggano, bisogna unire le forze e mobilitarci tutti per impedire che la discarica venga ampliata” aggiunge Voce, proponendo di “incentivare le politiche finalizzate allo sviluppo del turismo, della cultura, dell’agricoltura e dell’enogastronomia invece di pensare di portare nel nostro territorio rifiuti da tutta la Regione, mettendo ulteriormente a rischio la salute pubblica. “Pertanto chiedo al sindaco di Cutro di convocare un Consiglio straordinario per analizzare la vicenda e prendere posizione netta e contraria ad ogni aumento volumetrico della discarica di Columbra”.

Per il segretario del Partito democratico di Cutro “stiamo assistendo ad un’altra scelta politica sbagliata che penalizza questa provincia. Voce punta il dito contro l’assenza “di un referente politico autorevole di caratura regionale, capace di contrastare le scelte che hanno condotto e continuano a condurre questo territorio ad essere terra di conquista per chiunque”. E conclude sollecitando il “sindaco di Cutro a convocare un Consiglio straordinario per analizzare la vicenda e prendere posizione netta e contraria ad ogni aumento volumetrico della discarica di Columbra”.