Dal 4 giugno riprende con nuove regole il mercatino del primo giovedì del mese

Fiera della Madonna di Capocolonna

Torna il 4 giugno il tradizionale mercatino del primo giovedì del mese ed in previsione di questa ripresa il commissario straordinario Tiziana Costantino ha predisposto un’ordinanza contenente le linee guida per la ripresa delle attività commerciali contenute anche nel decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 maggio 2020, che stabilisce che le attività commerciali al dettaglio devono svolgersi nel rispetto dei contenuti di protocolli idonei a prevenire il Covid – 19, e della successiva ordinanza regionale.

Una delle misure adottate è l’ampliamento dell’area normalmente assegnata per lo svolgimento del mercatino con la consequenziale chiusura al traffico veicolare, istituendo, in via sperimentale, il divieto di sosta e di fermata nonché la chiusura del transito veicolare, giovedì 4 giugno 2020 dalle ore 6:00 alle ore 15:00 nelle  seguenti strade:

  • tratto in entrata di via C. Crea, dalla rotatoria monumento Carlo Turano fino all’incrocio con via Marinella e via Pastificio;
  • tratto in entrata di via C. Crea, dall’incrocio di via Cappuccini fino alla rotatoria monumento Carlo Turano;
  • via Louis Braille, dall’incrocio di via Spiagge delle Forche fino a via C. Crea;
  • via Giovanni Scalise, dall’incrocio con via Miscello da Ripe fino a via C. Crea;
  • via Francesco Le Rose, dall’incrocio con viale Regina Margherita fino a via Verdogne VI traversa.

Nell’ordinanza è inoltre previsto che agli operatori economici autorizzati è consentito svolgere le attività mercatali fino alle ore 13:00 al fine di consentire la pulizia delle strade, nel rispetto dei limiti e degli obblighi di distanziamento sociale riportati nel decreto.

Gli operatori economici partecipanti dovranno garantire le seguenti misure di sicurezza:

– pulizia e igienizzazione delle attrezzature prima dell’avvio delle operazioni di mercato di vendita,

– è obbligatorio l’uso delle mascherine, mentre l’uso dei guanti può essere sostituito da una igienizzazione frequente delle mani,

– messa a disposizione della clientela di prodotti igienizzanti per le mani in ogni banco, disponibili accanto ai sistemi di pagamento,

– rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro dagli altri operatori anche nelle operazioni di carico e scarico,

– in caso di vendita di abbigliamento: dovranno essere messi a disposizione della clientela guanti monouso da utilizzare obbligatoriamente per scegliere in autonomia, toccandola, la merce,

– in caso di vendita di beni usati: igienizzazione dei capi di abbigliamento e delle calzature prima che siano poste in vendita,

– uso dei guanti “usa e getta” nelle attività di acquisto, particolarmente per l’acquisto di alimenti e bevande.