Decreto sanità, Pugliese incontra Pacenza: a rischio mille posti di lavoro

Il delegato alla sanità della Regione Calabria Franco  Pacenza ha incontrato oggi, nella sede della Cittadella a Catanzaro, il presidente di Confcommercio  Calabria centrale (Catanzaro, Crotone e Vibo), area territoriale di Crotone, Alfio Pugliese per affrontare nel merito i contenuti del decreto Calabria. In particolare il contenuto dell’articolo 6 riguardante “appalti, servizi e forniture per gli enti di servizio sanitario della Regione Calabria”.

Sull’articolo 6 del decreto il presidente Pugliese ha confermato la forte preoccupazione già espressa nei giorni scorsi perché di fatto cancellerebbe dall’attività di forniture e servizi al sistema sanitario calabrese l’intero mondo imprenditoriale del comparto. Il decreto prevede infatti che le aziende sanitarie calabresi debbano acquistare attrezzature e prodotti sanitari fuori dalla Calabria.

Pugliese, in proposito, ha ricordato che si rischia di perdere più di 1000 posti di lavoro e di  indebolire complessivamente il  tessuto imprenditoriale calabrese.

Dal canto suo Pacenza ha riferito al presidente di Confcommercio che sin dalla pubblicazione del decreto 35/19, e in tutte le occasioni di confronto, non ultimo in sede di audizione parlamentare, il presidente Oliverio ha fortemente contestato l’impianto complessivo del decreto, e in particolare l’art 6 comma 1,  chiedendone con forza la soppressione.

Ha inoltre informato Pugliese che nella giornata odierna la Regione ha provveduto a notificare il ricorso sul decreto 35 alla Corte Costituzionale