Elezioni regionali, 4 candidati a presidente e 303 a palazzo Campanella

CROTONE – Domenica 26 gennaio i calabresi sono chiamati alle urne per il rinnovo del governatore e del Consiglio regionale. Si vota suddivisi in tre grandi circoscrizioni: circoscrizione Nord, che comprende Cosenza e la sua provincia per un totale di 715mila abitanti; circdoscrizione Centro, formata da Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia con le rispettive province; circoscrizione Sud, in cui ricadono Reggio Calabria e la sua provincia. Quattro i candidati a presidente: Francesco Aiello (Movimento 5 Stelle), Pippo Callipo (centrosinistra), Jole Santelli (centrodestra), Carlo Tansi (Indipendente); 303 gli aspiranti consiglieri regionali suddivisi in 38 liste: 14 nella circoscrizione Nord, 12 nella Centro e 12 nella Sud.

COME SI VOTA

Le votazioni per l’elezione dell’assemblea regionale e per l’elezione del presidente della Giunta sono contestuali e avvengono su un’unica scheda. L’elettore dispone di due preferenze: una per il candidato presidente ed una per una lista circoscrizionale, scrivendo nome e cognome, oppure solo il cognome, di uno dei candidati a consigliere. Qualora l’elettore esprima il proprio voto solo alla lista, il voto s’intende espresso anche a favore del candidato presidente ad essa collegato. Non è ammesso il voto disgiunto, cioè il voto per un candidato alla carica di presidente e, contestualmente, il voto per un consigliere di una lista circoscrizionale di un altro schieramento. È ammesso il voto di preferenza scrivendo il nome di uno dei candidati compresi nella lista.

 



In questo articolo: