Emergenza rifiuti, il sindaco Voce ordina lo smaltimento alla discarica di Sovreco per dieci giorni

CROTONE – Le centinaia di tonnellate di rifiuti che in questo momento ammorbano l’intera città di Crotone saranno smaltite nella discarica privata di Sovreco. E’ quanto prevede l’ordinanza contingibile e urgente emessa oggi dal sindaco Vincenzo Voce a tutela della salute pubblica per fronteggiare l’emergenza che si è creata in città a seguito della difficoltà di conferimento negli impianti di Lamezia Terme e Gioia Tauro, secondo quanto aveva previsto uno specifico accordo poi disatteso e anzi superato dal provvedimento della Regione Calabria ce in sostanza autorizza lo smaltimento dei rifiuti di mezza Calabria proprio a Crotone.

L’emissione del provvedimento era stata anticipata ieri al termine dell’assemblea dei sindaci dell’Ato rifiuti che si è tenuta presso la discarica privata di Sovreco e ribadita nel corso della riunione del Consiglio comunale.

Nel provvedimento il sindaco ordina alla società Sovreco di provvedere dal 20 luglio 2021 al 31 luglio 2021 (compreso) – e comunque entro il limite complessivo abbancabile nella discarica di Crotone pari a circa 4.000 tonnellate – allo svolgimento del servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani nel proprio impianto, ubicato in Crotone località Columbra, di rifiuti non pericolosi individuati e prodotti dall’impianto di trattamento dei rifiuti urbani sito in Crotone alla località Ponticelli a servizio dell’ambito territoriale ottimale. Il costo fissato per lo smaltimento presso il privato è di 105 euro a tonnellata. Al momento nella città di Crotone sono sparsi nei diversi quartieri circa 600 tonnellate di rifiuti da raccogliere e smaltire.

Ordina di conseguenza alla società Ekrò di provvedere ad effettuare dal 20 luglio al 31 luglio 2021 – e comunque entro il limite complessivo abbancabile nella discarica di Crotone pari a circa 4.000 tonnellate – il conferimento degli scarti di lavorazione eccedenti i quantitativi stabiliti dall’Ato 3 Crotone in esecuzione dei provvedimenti emergenziali regionali presso la discarica di Columbra di proprietà della società Sovreco.