Falso positivo, il giovane immigrato del Cara non è affetto da Covid-19

CROTONE – Si tratta di un falso positivo, accade anche questo con il Covid-19. Il secondo tampone a cui è stato sottoposto il 16enne egiziano sbarcato a Crotone lo scorso 13 giugno dalla Turchia e risultato positivo al coronavirus ai primi controlli, ha dato esito negativo. Una circostanza che, tuttavia, non sorprende i sanitari che si sono ocupati del giovane al Cara di Sant’Anna, i quali hanno da subito constatato che la saturazione dell’ossigeno, stranamente, è sempre stata al cento per cento; inoltre non sono risultati contagiati nemmeno i tre ragazzi che hanno viaggiato a stretto contatto con lui, in spazi angusti. Il ragazzo è in ottime condizioni di salute e continua ad essere accolto al Cara.

L’esito del secondo tampone è stato comunicato ufficialmente dal bollettino della Regione Calabria, nel quale invece risultano positivi al virus persone di nazionalità italiana, giunte dal Nord Italia e altre entrate in contatto con loro, tra i quali un docente di Nicotera impegnato negli esami di maturità all’Istituto nautico di Pizzo.