Festa dell’Arma a Crotone, il colonnello Colella: qui lo Stato fa squadra contro i criminali

CROTONE – “Ogni passo in avanti compiuto per la sicurezza di questo complesso territorio non può prescindere dal congiunto lavoro degli uomini dello Stato che compongono un’unica “Squadra” di cui mi pregio di far parte”. Così il colonnello Alessandro Colella, comandante provinciale dell’Arma dei carabinieri, ha definito il lavoro che tutte le componenti del settore sicurezza della provincia di Crotone. Un concetto che il colonnello ha sottolineato nel suo discorso durante la festa per i 205 anni della fondazione dell’Arma dei carabinieri. Colella, rivolgendosi al Questore di Crotone, ed ai comandanti di Finanza, Capitaneria di Porto ed ai rappresentanti della Procura e del Tribunale ha ribadito: “Insieme ai Vostri uffici, alla magistratura ordinaria e distrettuale, da tempo combattiamo una dura battaglia contro le organizzazioni mafiose che inquinano il territorio. Un lavoro complesso e non sempre visibile ma che non farà sconti a nessuno e che ha consentito di assestare pesanti colpi alla malavita di questa provincia e altri ne assesterà. Questo lavoro sta pian piano facendo breccia nella collettività”.

Il bilancio del 2018

Il comandante provinciale dei carabinieri ha ringraziato gli uomini e le donne dell’Arma che hanno permesso di incrementare i servizi esterni (+10% con una media di 42 al giorno) attraverso la rimodulazione dell’orario di apertura al pubblico delle Stazioni. Un lavoro che dall’inizio dell’anno ha consentito di controllare su strada più 6700 mezzi e identificare oltre 9500 persone. L’azione di contrasto nel 2018 ha fatto registrare 504 arresti, mentre dall’inizio di quest’anno sono 199; dei 4700 reati consumati in provincia dal mese di giugno dell’anno scorso, il Comando Provinciale di Crotone ne ha perseguiti oltre 3.500 e di questi ne sono stati scoperti più del 33%.

Gli encomi

Alla cerimonia hanno partecipato, oltre ai rappresentanti istituzionali, anche gli alunni della scuola media ‘Cutuli’ di Crotone che hanno assistito alla consegna delle onorificenze all’appuntato scelto Pasquale Falco, all’appuntato Antonio Notario, all’appuntato scelto Saverio Nobile, al maresciallo ordinario Antonio Virartali ed al carabiniere Giulio Ancona, al maresciallo capo Ivo Belcufiné, al vicebrigadiere Francesco Pirito, al carabiniere Antonio D’Alisa, al carabiniere Antonio Macrì. In conclusione c’è stato un buffet realizzato dagli studenti del corso aberghiero dell’Istituto ‘Gangale’ di Cirò Marina.