Fisco, evasione e bancarotta, confiscati beni per 22 mln

fisco, evasione, bancarotta, cosenza, guardia di finanza

COSENZA – Confiscati beni per un valore di oltre 22 milioni di euro a quattro persone per reati fiscali e fallimentari commessi con società attive nel settore della compravendita immobiliare e di autoveicoli. A eseguire il provvedimento la Guardia di finanza di Cosenza.

Il principale accusato si è resto responsabile dei reati di sottrazione al pagamento delle imposte e bancarotta fraudolenta, avendo sottratto al fisco i profitti destinati alla tassazione, reimpiegandoli nella realizzazione di altre attività commerciali riconducibili ai complici, ovvero investendoli nell’acquisto di beni immobiliari costituenti il cospicuo patrimonio del medesimo.

Dopo aver eseguito lo scorso anno il sequestro, adesso è scattata la confisca di tre complessi aziendali, diciannove fabbricati, una villa di lusso, due capannoni industriali di rilevanti dimensioni, tre appezzamenti di terreno per un valore complessivo di oltre ventidue milioni di euro, ritenuti sproporzionati rispetto ai redditi, dichiarati ai fini delle imposte sul reddito, o all’attività economica svolta.