Formazione e politiche attive del lavoro: chi ha visto la Regione?

alf calabria, forqual

Denunciare e rendere pubblici i ritardi e le promesse disattese in tema di formazione e politiche attive del lavoro, un settore dal quale la Regione Calabria è ormai assente da diversi anni. Era l’obiettivo della conferenza stampa che ha avuto luogo giovedì 13 giugno presso l’Italiana Hotel di Cosenza, organizzata da Alf (Associazione delle agenzie per il lavoro e la formazione) Calabria e dall’Associazione degli enti di formazione (Forqual). Obiettivo raggiunto e testimoniato dalle presenze in sala e dalle testimonianze che hanno caratterizzato l’andamento dei lavori da parte dei rappresentanti delle categorie coinvolte: dai dipendenti servizi per il lavoro ed enti di formazione ai giovani disoccupati del bando Garanzia Giovani; dai rappresentanti delle aziende e dei organismi ospitanti ai soggetti svantaggiati.

Le difficoltà riguardano non solo gli organismi associati che operano in regime di convenzione con la Regione e che sono il braccio operativo della stessa sul territorio, ma soprattutto gli utenti finali: i giovani disoccupati e le aziende sul territorio. Per questi, ed altri motivi, Alf e Forqual hanno inteso portare a conoscenza della popolazione calabrese i tratti problematici di una realtà che coinvolge oltre diecimila utenti, tra giovani e disoccupati under 30, ragazzi in obbligo formativo, aziende e famiglie. “Una Regione da sempre agli ultimi posti in tutte le classifiche relative ad indici statistici economici, in particolare quelli su disoccupazione e disoccupazione giovanile – è stato detto – non può e non deve permettersi il lusso di disperdere fondi della programmazione comunitaria e nazionale, facendo fallire le principali politiche attive del lavoro programmate a livello comunitario, solo per l’inefficienza e l’incapacità di gestire programmi complessi”. Qualche esempio.

Avviso pubblico Dote lavoro e Inclusione attiva
A fronte della vigenza del portale dedicato alla presentazione delle domande, dal 16.04.2018 al 30.09.2018, sono state approvate solo le domande presentate fino al 28.4.2018; sono ancora in attesa di corresponsione – a distanza di oltre un anno dall’apertura della procedura di presentazione delle domande di dote e di 9 mesi dalla pubblicazione del primo elenco delle domande ammesse a finanziamento – le indennità di tirocinio ai destinatari, di cui alcune centinaia hanno già terminato i 6 mesi di tirocinio; sono ancora in attesa di rilascio molte decine di autorizzazioni per lo svolgimento dei Corsi Liberi, da finanziare con il Voucher concesso ai destinatari della Dote Lavoro; molte decine di richieste di liquidazione del contributo ai soggetti promotori, per l’attività svolta ormai da mesi, sono in attesa di essere corrisposte.

Avviso pubblico Garanzia giovani tirocini
Sono ancora in attesa di corresponsione – a distanza di oltre un anno dalla pubblicazione dell’avviso – le indennità di tirocinio alle centinaia di destinatari che hanno già terminato i 6 mesi. Il primo ed unico decreto di autorizzazione all’erogazione è del 18.04.2019, numero 4984, e riguarda soltanto 149 destinatari ai quali è stata corrisposta, nella migliore delle ipotesi, una indennità pari a 3 mesi di attività.

Avviso pubblico Misure di politica attiva per lo sviluppo delle competenze generali
Nel corso della conferenza stampa del 18 giugno 2018 era stata annunciata la pubblicazione di un bando con un finanziamento complessivo di 8 milioni di euro. Non ci sono notizie certe sull’iter dell’avviso

Avviso pubblico Apprendistato
La preinformazione del bando è del 13.08.2018, poi più nulla. Da troppo tempo le aziende attendono questo bando.

Istruzione e Formazione professsionale
Avviso pubblico del 21.06.2017, a distanza di due anni dalla pubblicazione e di uno dalla pubblicazione provvisoria dei vincitori, non è stata ancora pubblicata la graduatoria definitiva. Avviso pubblico 2018,
non è stato pubblicato determinando un aumento delle dispersione scolastica. Avviso pubblico 2019
non è dato sapere se e quando sarà pubblicato.



In questo articolo: