Fotografi crotonese – Mimmo Perpiglia

Mimmo Perpiglia (Fotoamatori Crotone)

è un acuto osservatore. Riflessivo, un po’ introverso, attratto dalla vita quotidiana e dai modi di come essa ci appare, cerca di catturare quei semplici gesti o situazioni sulle quali, la frenesia dei tempi attuali, non permette di soffermarsi. Facile incontrarlo in giro per la sua città, dove ama passeggiare con la sua inseparabile compattina digitale indispensabile per i suoi appunti quotidiani. In questa gallery propone un particolare studio sulla realizzazione della copertura dello stadio Ezio Scida.

Cosa ti ha portato ad appassionarti alla fotografia?
Mimmo Perpiglia
Mimmo Perpiglia

Attraversavo, per motivi di lavoro, una località silana quando fui rapito da un paesaggio incantevole. Il giorno dopo, rifacendo lo stesso percorso e volendo catturare la bellezza offerta dalla natura, portai con me una piccola Kodak Instamatic che accompagnò i miei primi passi verso una nuova passione. La passione per la fotografia trovò presto uno sbocco naturale nel Gruppo Fotoamatori Crotone di cui ancora oggi, dopo oltre trent’anni, faccio parte.

Quali soggetti preferisci?

E’ importante per me ottenere una buona foto che pertanto non deve necessariamente contenere un bel soggetto. Spazio in diversi generi fotografici, ma, in questi ultimi tempi prediligo la Street Photography perché essa racconta la strada che percorro ogni giorno, la vita della gente comune, con i suoi pensieri, i suoi affanni, i suoi problemi.

Cosa vuoi raccontare con le fotografie?

Me stesso o meglio ancora, il mio pensiero, il mio modo di vedere le cose. Le mie foto raccontano momenti di vita quotidiana, di gente normale, in realtà raccontano me stesso poiché contengono le mie emozioni nel vedere qualcosa o qualcuno. Nelle immagini qui esposte la mia emozione coincide con quella vissuta dai crotonesi nel vedere i preparativi dell’incredibile traguardo sportivo della serie A.