Gestione Palamilone, il Tar sospende provvedimento di sfratto del Comune

CROTONE – Il Tar Calabria ha sospeso il provvedimento del 17 gennaio con il quale il Comune ha sfrattato il Consorzio sportivo Momenti di Gloria dal Palamilone. Struttura che il Consorzio, composto da otto società sportive dilettantistiche, gestisce dal 2012 in seguito ad una autorizzazione rilasciata dal Comune. Autorizzazione che, però, secondo il commissario prefettizio Tiziana Costantino, insediatasi alla guida dell’ente dopo lo scioglimento del Consiglio comunale, non era valida ai fini della gestione in quanto mai perfezionate.

La decisione del presidente della seconda sezione del Tar, Nicola Durante, è arrivata appena tre ore dopo il deposito del ricorso da parte degli avvocati Antonello Irtuso e Fabrizio Meo che rappresentano il consorzio guidato da Giancarlo Satiro e composto dalle società:  Asd Scuola Basket Crotone, Hanuman Gym Asd, Asd Crescendo, Asd Futsal Kroton, Asd Polisportiva Judo Calabro Brugellis, Asd Provolley Crotone, Asd Kroton 5, Asd Elisir.

Il Tar ha riconosciuto nella sospensiva che il Comune non ha voluto incontrare il Consorzio per trovare una soluzione al problema della gestione che, a detta dell’ente, era stata avvenuta sine titulo. Il Tar rileva, nel decreto di sospensione del provvedimento del Comune che “non risulta attivato un previo contraddittorio con la parte istante, finalizzato anche alla possibile regolarizzazione della posizione della medesima, per altro più volte chiesta all’amministrazione comunale, con istanze rimaste inevase”.

Inoltre i giudici amministrativi ritengono che il provvedimento attuato su direttiva del commissario prefettizio, Tiziana Costantino, possa creare un danno “sia in pregiudizio della parte istante, sia della collettività, in quanto ciò comporterebbe la cessazione delle attività sportive, sia dilettantistiche che agonistiche”, che si svolgono al Palamilone. La discussione nel merito della vicenda è stata fissata per il 18 febbraio 2020.