Giubileo, aperta la porta santa della cattedrale di Crotone

DCIM166GOPRO

Monsignor Domenico Graziani ha aperto la porta santa della Basilica-cattedrale di Crotone. Un gesto semplice quello del vescovo che, davanti a migliaia di fedeli che avevano affollato piazza Duomo, ha spinto la porta centrale della principale chiesa della diocesi di Crotone-Santa Severina.

Il prelato ha poi benedetto la folla mostrando loro il Vangelo e quindi, insieme a tutti i parroci e diaconi della diocesi ha varcato la porta santa entrando nella Basilica. Tantissima la folla che, subito dopo, ha riempito in ogni ordine di posti la chiesa dove è stata celebrata la Santa Messa.

“Facciamo sì che il Giubileo non passi come semplice  cerimonia  – ha detto l’arcivescovo di Crotone Santa Severina,  monsignor Domenico Graziani, nell’omelia -. Dio solo è misericordia,  misericordia che non è però ‘condonismo’ ma che fa tutt’uno con la  giustizia”.  Il presule ha auspicato che il  Giubileo sia un “cammino verso l’interiorità” e che tutti si possa  essere più “audaci e perseveranti a ricercare l’immagine dell’Uomo”. Alla cerimonia, seguita anche nella piazza prospiciente il Duomo grazie  ad un megaschermo, stanno partecipando migliaia di persone giunte anche  del resto dell’arcidiocesi con pullman e auto e che stanno aspettando di  attraversare la Porta Santa.

Enorme l’afflusso di fedeli che hanno assistito alla celebrazione su un maxischermo installato in piazza Duomo. Imponente il dispiegamento di forze dell’ordine che hanno ben fronteggiato l’afflusso anche con la collaborazione delle associazioni di volontariati e protezione civile nell’ambito del piano predisposto dalla Questura di Crotone. Alla cerimonia hanno assistito il prefetto di Crotone, Vincenzo De Vivo, i vertici delle forze dell’ordine e numerosi sindaci della provincia.

APPUNTAMENTI GIUBILARI