Gratteri: nessun contrasto sociale allo spaccio perché non conviene mediaticamente

CROTONE – “Le zone dove si vende droga alla luce del sole in Italia ce ne sono tante, ma sul piano sociale nessuno interviene dopo le operazioni delle forze dell’ordine perché è faticoso, non è conveniente dal punto di vista mediatico e se vogliamo anche elettorale”. Lo ha detto il procuratore antimafia di Catanzaro, Nicola Gratteri, nel corso della conferenza stampa durante la quale è stata spiegata l’indagine Acquamala che ha portato all’arresto di 13 persone.