Guglielmelli, Pd: presto commissariamento federazioni di Cosenza e Crotone

Pippo Callipo, l’imprenditore scelto dal Pd per la candidatura a presidente della Regione Calabria, “è un conservatore”. Così la pensa il segretario della federazione provinciale del partito di Cosenza, Luigi Guglielmelli, vicino alle posizioni del governatore uscente, Mario Oliverio, che denuncia l’imminente commissariamento di due federazioni del partito, fra cui la sua, in ragione delle sue posizioni.

“Ho letto la notizia data dalla stampa – afferma – sull’imminente commissariamento delle Federazioni di Cosenza e Crotone. Sinceramente non comprendo quali motivazioni possano esserci alla base di tale provvedimento dal momento che a Cosenza non vi è stata alcuna violazione dello Statuto tale da giustificare questo provvedimento. Ho la coscienza a posto – prosegue – e sono tranquillo: da 6 anni la Federazione di Cosenza, in piena crisi dei partiti, non è mai incorsa in alcuna violazione dello statuto del partito. Quali le motivazioni dunque? Aver preso atto della volontà della direzione provinciale di voler ricandidature il presidente uscente del Pd Mario Oliverio? Sarebbe assai singolare commissariare una Federazione perché ricandida un proprio iscritto, ancor più perché uscente. Aver proposto le elezioni primarie insieme a 5000 iscritti al Pd? Aver detto di no alla candidatura di Pippo Callipo? È vero – prosegue – l’ho detto e per almeno due ragioni: ho detto che non avrei appoggiato chi solo un anno fa ha votato per la coalizione di Salvini e precisamente per come da lui stesso ammesso, per il nipote (“per me è come un figlio”) Mangialavori”.