Il Milan pensa al Crotone, ma fatica senza Ibra: domenica Rebic prima punta

MILANO – Senza Ibra e con l’emergenza in difesa che desta più di una preoccupazione, il Milan volta pagina dopo la sofferta vittoria in Europa League e pensa già al Crotone che sfiderà domenica. Stefano Pioli, che oggi ha dovuto interrompere l’allenamento sul campo esterno a causa di una bomba d’acqua che ha fatto cadere diversi alberi, perde il suo uomo migliore in un momento della stagione cruciale, in cui già pesano le assenze in difesa.

Domenica contro il Crotone sarà Rebic – indisponibile in Europa League perché squalificato – a giocare come prima punta, supportato probabilmente da Castillejo-Calhanoglu-Saelemaekers. Lui e Leao, che potrebbe essere convocato domenica, saranno i due attaccanti di riferimento fino al ritorno di Ibra, con la squadra che rispettando a pieno il protocollo anti-covid svolgerà allenamenti individuali e si sottoporrà a tampone ogni due giorni.

Per Pioli la formazione in attacco è praticamente obbligata come in difesa. Ancora una volta la coppia di centrali sarà formata da Kjaer-Gabbia, perché Romagnoli e Musacchio rientreranno solo dopo la sosta se non oltre e Duarte continua la quarantena per la positività al Covid. Kjaer non è al meglio per i problemi alla schiena ma stringe i denti e Gabbia, colpevole sul vantaggio norvegese, deve trovare il prima possibile la concentrazione.