Il verde pubblico affidato ad Akrea

L’Amministrazione comunale di Crotone ha confermato, il 18 marzo scorso, per tutto il 2010, l’affidamento in convenzione del servizio di gestione e manutenzione del verde pubblico alla società multiservizi interamente partecipata, Akrea spa, che già espletava il servizio in via sperimentale dallo scorso anno. L’Akrea, nella stessa data, ha ottenuto anche la firma delle organizzazioni sindacali sul piano degli investimenti quinquennale presentato dal consiglio di amministrazione.
Il rinnovo dell’affidamento del servizio di gestione e manutenzione del verde pubblico per il periodo di un anno, rinnovabile, è stato deciso al termine del periodo sperimentale, completato nel febbraio scorso, dopo che l’azienda comunale ha presentato il progetto definitivo del monitoraggio e del censimento delle essenze, delle aree e delle alberature, con il relativo report degli interventi necessari alla manutenzione, compresi i singoli prezzi unitari.

L’Amministrazione comunale di Crotone ha confermato, il 18 marzo scorso, per tutto il 2010, l’affidamento in convenzione del servizio di gestione e manutenzione del verde pubblico alla società multiservizi interamente partecipata, Akrea spa, che già espletava il servizio in via sperimentale dallo scorso anno. L’Akrea, nella stessa data, ha ottenuto anche la firma delle organizzazioni sindacali sul piano degli investimenti quinquennale presentato dal consiglio di amministrazione.
Il rinnovo dell’affidamento del servizio di gestione e manutenzione del verde pubblico per il periodo di un anno, rinnovabile, è stato deciso al termine del periodo sperimentale, completato nel febbraio scorso, dopo che l’azienda comunale ha presentato il progetto definitivo del monitoraggio e del censimento delle essenze, delle aree e delle alberature, con il relativo report degli interventi necessari alla manutenzione, compresi i singoli prezzi unitari. L’affidamento diretto è reso possibile anche dal fatto che sussistono i presupposti del ‘controllo analogo’ e della ‘destinazione prevalente’. Il Comune cioè è in grado di esercitare su Akrea un controllo analogo a quello esercitato sui propri servizi e la società realizza la parte più importante della propria attività con lo stesso ente che la controlla.
La gestione del verde pubblico è disciplinata dal contratto di servizio tra Comune ed Akrea e dal capitolato d’oneri, ed in sintesi consiste nella manutenzione delle aree verdi suddivise in parti omogenee a seconda dei tipi di interventi previsti. Il corrispettivo complessivo per un anno che sarà erogato dal Comune ad Akrea ammonta a 386.140 euro (Iva compresa). La copertura finanziaria, per quest’anno, sarà assicurata dai proventi dalle royalties derivanti dall’estrazione del metano dai pozzi dell’Eni, ma la somma sarà erogata solo a seguito dell’effettiva riscossione dei fondi. Per gli anni successivi, invece, in caso di rinnovo del contratto di servizio, l’Amministrazione comunale si è impegnata ad inserire la specifica voce di spesa nel bilancio dell’ente.
L’Amministrazione comunale ha anche ottenuto il consenso sindacale sul piano di investimenti presentato dal cda della società, sull’indirizzo che vuole imprimere al settore dei rifiuti nella città di Crotone, sul ruolo di Akrea e sull’impegno assunto a nominare amministratori di elevato profilo tecnico-professionale “in grado di garantire la crescita della società”. Le risorse finanziarie necessarie alla copertura del piano di investimenti (anche attraverso leasing) per i prossimi cinque anni che l’Amministrazione comunale si è impegnata a garantire, ammonta “a non meno” di 300 mila euro.
Nel verbale sottoscritto con i sindacati si prende anche atto dell’orientamento politico del Comune che è “quello di garantire alla propria azienda un ruolo di primo piano nella gestione del ciclo integrato dei rifiuti, anche con atti successivi di trasferimento di ulteriori servizi al fine di garantire alla città di Crotone minori costi di esercizio e maggiore indipendenza in un settore strategico come quello dei rifiuti”.