Indagine piscina, il gip revoca il divieto di dimora al delegato Coni Paonessa

Delegato Coni Daniele Paonessa

Il giudice delle indagini preliminari Michele Ciociola ha revocato la misura del divieto di dimora alla quale giovedì scorso aveva sottoposto il delegato provinciale del Coni Daniele Paonessa nell’ambito dell’inchiesta sulla piscina olimpionica comunale accusato, insieme ad altre sei persone tra le quali il sindaco di Crotone Ugo Pugliese, di turbativa d’asta. Il gip ha accolto la richiesta avanzata dal difensore di Paonessa, l’avvocato Francesco Verri, nel corso dell’interrogatorio di garanzia che si è tenuto lunedì pomeriggio a palazzo di giustizia.

Il delegato del Coni Paonessa, indagato nella sua qualità di rappresentante legale del Consorzio sportivo Daippo al quale il Comune di Crotone ha rinnovato la convenzione per un periodo limitato di tempo, ha risposto alle contestazioni del giudice che oggi ha revocato la misura come aveva già fatto per il sindaco Pugliese che dal canto suo aveva promesso di dimettersi dalla carica come poi ha fatto.